Tempo di raffreddore e di malanni delle vie respiratorie, che inducono molte persone a ricorrere all’aerosolterapia. Questo riguarda in particolar modo i più piccoli, che sono in maggioranza più esposti e ricettivi. Generalmente tuttavia, sostengono gli esperti, le affezioni delle più alte vie respiratorie stagionali dovrebbero essere lasciate risolversi da sé. In Italia l’uso dell’aerosol è piuttosto frequente, ed in verità si discute da tempo circa la sua reale efficacia nella terapia del raffreddore. Non ci sono dati infatti che lo dimostrano. L’aerosol terapia non si distingue molto dai suffumigi, praticati dalle nostre nonne e tramandati anche a noi. Suffumigi: a cosa servono, come farli e quali sono i rischi

Accorgimenti utili per la cura del raffreddore

Molti medici sostengono che il raffreddore, a meno che non si cronicizzi e debiliti il paziente, non debba essere curato. Spesso l’aerosol terapia è prescritta dagli stessi pediatri su insistenza dei genitori. Invece, mentre per la reale efficacia di questo non si conoscono dati certi, sicuro è che la cura, come anche la cronicizzazione e la prevenzione di affezioni a livello delle vie aeree superiori, richiedano tutte trattamenti senz’altro più efficaci dell’aerosol. Tali trattamenti sono raccomandati soprattutto per i più piccoli, che non riescono facilmente ad espellere il muco ed il catarro.

Tra questi rientrano:

  • I lavaggi nasali, per eliminare muco e catarro, lavaggi che si eseguono con una siringa utilizzando solo soluzione fisiologica.
  • L’umidificazione dell’ambiente (40-55%).
  • Temperature ambientali idonee (non dovrebbero superare i 20 gradi).
  • Lavare le mani frequentemente, ed utilizzare solo fazzoletti di carta per soffiarsi il naso.
  • Bere molto, anche l’utilizzo di bevande e brodi caldi può aiutare.
  • Mangiare molta frutta e verdura.

Come agisce l’aerosol e quando è consigliabile

L’aerosol agisce trasportando il farmaco nelle basse vie aeree (trachea, bronchi e polmoni).

Per molti esperti del settore esso sarebbe, in più della metà dei casi in cui viene utilizzato, inutile. Secondo questi medici, il suo utilizzo avrebbe senso soltanto nella bronchiolite, nella bronchite asmatica e nella laringite, mentre sarebbe del tutto inutile nelle affezioni di naso, faringe e comuni malanni di stagione. Altri sostengono che l’uso dell’aerosol non avrebbe efficacia a livello naso-sinusale per motivi fisici. Infatti le particelle che verrebbero erogate sarebbero troppo piccole, e verrebbero filtrate dal naso. In pratica l’aerosol per riniti e sinusiti potrebbe essere efficace utilizzando specifici applicatori per il naso (e non la comune mascherina), che condensano le particelle facendole aumentare di volume ed esplicare la loro azione a livello delle più alte viee aeree.

Quali farmaci si utilizzano con l’aerosol

Nell’aerosolterapia si utilizzano antibiotici, cortisonici e broncodilatori (bronchite asmatica), secondo le varie situazioni cliniche.

Nella bronchite asmatica si hanno restringimenti che provocano difficoltà respiratoria. In questo caso, dunque, si usano farmaci broncodilatori come il salbutamolo.

Tuttavia l’uso dei cortisonici attraverso l’aerosol è stato spesso motivo di discussione. Infatti in Italia è molto usato anche per trattare patologie delle alte vie respiratorie e tosse, ma in verità non esistono prove circa la sua reale efficacia. Oltre ad essere inefficace, sostengono gli esperti, potrebbe addirittura portare, a lungo andare, ad effetti collaterali come:

  • Indebolimento del sistema immunitario
  • Irritazione delle mucose
  • Peggioramento del raffreddore

Aerosol e asma

Secondo molti medici, l’uso dell’aerosol è sconsigliabile nei pazienti asmatici.

Il vapore acqueo che si produce, nonché la soluzione salina che veicola il farmaco, potrebbero addirittura peggiorare la sintomatologia asmatica.

Alternative all’aerosol

L’uso dell’aerosol in italia è moltro radicato, molti lo praticano in autonomia credendo sia la risposta più efficace ai problemi sia delle alte che basse vie respiratorie. In realtà abbiamo visto che esso è consigliabile solo in alcune specifiche patologie e che addirittura, in certe situazioni, può essere peggiorativo. Esistono in commercio dei dispositivi che sembrerebbero molto più efficaci rispetto all’uso dell’aerosol. Essi sono chiamati distanziatori, e permettono la somministrazione di spray predosati. Questo vale ovviamente per i bambini, visto che gli adulti possono usufruire degli stessi spray direttamente.

In pratica, l’inalatore viene inserito in una estremità del dispositivo, e l’altra estremità (una mascherina) è appoggiata alla bocca. Sono sufficienti 5 atti respiratori per l’inalazione dei farmaci, e quindi sono veloci e pratici da utilizzare. Il distanziatore, secondo gli specialisti, sarebbe molto più efficiente dell’aerosolterapia, grazie al miglior assorbimento del farmaco a livello delle mucose. In ogni caso è sempre preferibile informarsi presso il proprio medico curante, che deciderà la terapia in base alla diagnosi clinica specifica.

Articolo precedenteMacronutrienti e micronutrienti
Articolo successivoConsultare le analisi del sangue
Ho frequentato l'università di medicina Veterinaria, fino a pochi esami dalla fine. In seguito  sono poi approdata alla scuola di Naturopatia tradizionale Unipsi, ad indirizzo scientifico, ricevendo il conseguente attestato dopo effettuazione di un esame finale che ha avuto esito positivo. Sempre fortemente impegnata nello studio delle discipline affini alla consulenza del benessere, ho frequentato la scuola di riflessologia plantare e ho conseguito, dopo aver sostenuto un esame, il relativo attestato.Ho frequentato anche  alcuni corsi formativi con attestato dopo relativi esami : cosmetologia, trattamenti estetici del viso, trattamenti estetici del corpo, la messa in piega tecniche e processo, corso di personal trainer (150ore) presso Accademia domani.. Da sempre appassionata di scrittura, ho partecipato a numerosi concorsi poetici a livello internazionale, con pubblicazione di alcuni miei testi poetici. In quest'ultimo anno mi sono dedicata alla attività occasionale di ghost writer, solo per privati, fuori dal web. Attualmente lavoro  sul web con stesura di articoli e guide riguardanti il benessere e la medicina, e sono redattore sul web nella realizzazione di guide e recensioni di alta qualità per siti web importanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui