Cibi da evitare durante la gravidanza

La gravidanza è uno dei momenti più delicati per una donna, le future mamme desiderano il meglio per il loro bambino, ecco perché è importante seguire una dieta sana e capire quali sono i cibi da evitare in gravidanza. Alcuni alimenti, infatti, devono essere consumati raramente, mentre altri dovrebbero essere completamente evitati.

Prima di vedere quali sono i cibi da evitare durante la gravidanza, diamo un’occhiata a quali sono gli alimenti consentiti.

Alimentazione in gravidanza

Un’alimentazione equilibrata in gravidanza e salutare sia per la mamma che per il bambino. È importante seguire una dieta completa di tutti i macro ed i micro nutrienti. Questo perché una futura mamma, durante i nove mesi di gravidanza ha un aumento del fabbisogno energetico.

Quando la gestante si alimenta in maniera corretta, il bambino riceve tutte le sostanze nutritive necessarie per svilupparsi in modo sano.

Un’alimentazione sana e bilanciata comprende l’assunzione di proteine (carni, pollame, pesce, legumi), carboidrati (pasta, pane, cereali, riso), latte, formaggi, frutta e verdura.

Questi alimenti sono sicuri e possono essere integrati nella dieta di una donna in gravidanza, tuttavia alcuni alimenti possono presente dei rischi se consumati durante i 9 mesi di gestazione. Vediamo subito quali sono:

Ecco quali sono i cibi da evitare durante la gravidanza

Pesce ad alto contenuto di mercurio

Cibi da evitare durante la gravidanza pesce ad alto contenudo di mercurio

Il mercurio è un elemento altamente tossico ed è in grado di danneggiare in maniera molto grave il sistema nervoso centrale. I pesci, pescati in acque inquinate, possono avere un’alta concentrazione di mercurio.

I pesci di grandi dimensioni come il tonno, lo squalo ed il pesce spada possono avere una grande quantità di mercurio, essendo ai vertici della catena alimentare. I pesci di piccola taglia o di allevamento, sono invece i più sicuri.

I pesci che possono avere un alto contenuto di mercurio sono:

  • Sgombro spagnolo
  • Marlin
  • Pesce specchio
  • Tonno
  • Sgombro reale
  • Squalo
  • Pesce spada

Durante la gravidanza non consumare più di 1-2 porzioni al mese di questi tipo di pesci.

Consumare pesce a basso contenuto di mercurio, come per esempio: Gamberi, Pesce persico, Telline, Trote, Spigole, Salmone e Sardina è invece molto salutare. Questi pesci infatti sono ricchi di Omega-3, acidi grassi molto importanti durante lo sviluppo del bambino.

Pesce crudo

Cibi da evitare durante la gravidanza pesce crudo

I pesci crudi, in particolare i molluschi, possono causare diverse infezioni, come per esempio: Salmonella e Listeria.

Alcune di queste infezioni colpiscono solo la madre, lasciandola disidratata e debole. Altre infezioni, invece, possono essere trasmesse al bambino conseguenze gravi o addirittura fatali.

Le donne in gravidanza sono particolarmente sensibili alle infezioni da Listeria. Questo batterio può essere trasmesso al nascituro attraverso la placenta. Ciò può causare diversi problemi gravi, come per esempio: parto prematuro o aborto spontaneo.

È quindi fortemente sconsigliato, consumare pesce crudo o molluschi durante la gravidanza.

Carne cruda o poco cotta

Cibi da evitare durante la gravidanza carne cruda o poco cotta

Mangiare carne cruda o poco cotta aumenta il rischio d’infezione da diversi batteri o parassiti. Questi includono: Toxoplasma, Escherichia coli, Listeria e Salmonella.

Questi batteri possono minacciare seriamente la salute del nascituro, portandolo eventualmente alla morte in utero o a gravi malattie neurologiche, tra cui cecità ed epilessia.

Polpette di carne, hamburger, hot dog, carne macinata e pollame, non devono mai essere consumata se cruda o poco cotta.

Uova cruda

Cibi da evitare durante la gravidanza uova crude

Tra i cibi da evitare durante la gravidanza rientrano anche le uova crude, quest’ultime infatti, possono essere contaminate con la Salmonella.

Solitamente l’infezione della salmonella colpisce solo la madre ed i sintomi includono: febbre, nausea, vomito, crampi allo stomaco e diarrea.

Tuttavia, in rari casi, l’infezione può causare crampi all’utero che potrebbero portare ad un parto prematuro.

Gli alimenti solitamente uova cruda comprendono:

  • Uova leggermente strapazzate
  • Uova in camicia
  • Maionese fatta in casa
  • Glassa per torta

C’è da dire che la maggior parte dei prodotti in commercio, contengono uova crude ma pastorizzate, quindi sicuri da consumare. Prima di acquistare un prodotto è sempre importante leggere sempre con attenzione l’etichetta.

Le donne in gravidanza dovrebbero sempre cuocere le uova per molto tempo o consumare solo uova pastorizzate.

Fegato ed altri alimenti ricchi di vitamina A

Cibi da evitare durante la gravidanza fegato

Alcune carni, come per esempio il fegato, sono ricchi di ferro, vitamina B12 e vitamina A, tutti nutrienti ottimi per la salute della donna incinta e del bambino.

Tuttavia, assumere troppa vitamina A durante la gravidanza è altamente sconsigliato. Questo perché l’elevato contenuto di vitamina A, potrebbe causare malformazioni al feto.

Caffeina

Cibi da evitare durante la gravidanza caffeina

L’assunzione di caffeina presente principalmente nel caffè, nel thè ed in molte bibite in commercio, dovrebbe molto limitata durante la gravidanza.

La caffeina viene assorbita molto rapidamente e può facilmente passare nella placenta e nel feto.

Poiché il feto e la placenta non hanno ancora sviluppato l’enzima che metabolizza la caffeina, i livelli accumulati potrebbero essere troppo alti e pericolosi.

È stato dimostrato che un’elevata assunzione di caffeina durante la gravidanza, può limitare la crescita del bambino, aumenta il rischio di una nascita sotto peso.

Il sottopeso alla nascita, cioè sotto i 2,5kg, è associato al rischio di morte infantile e al rischio di malattie croniche in età adulta, come per esempio il diabete di tipo 2 o le malattie cardiache.

Germogli crudi

Cibi da evitare durante la gravidanza germogli crudi

I germogli crudi, tra cui erba medica, trifoglio, rapanello e soia possono essere contaminati dalla Salmonella e di conseguenza rientrano tra gli alimenta da evitare durante la gravidanza.

I batteri possono entrare nei semi del germoglio e di conseguenza sono quasi impossibili da eliminare anche lavandoli accuratamente.

Per questo motivo, si consiglia alle donne incinta di evitare del tutto i germogli crudi. Tuttavia, è possibile mangiare i germogli dopo averli cotti.

Latte e formaggi non pastorizzati.

Cibi da evitare durante la gravidanza Latte e formaggi non pastorizzati.

Il latte e formaggi non pastorizzati possono essere contaminati da diversi batteri nocivi, tra cui la Listeria, la Salmonella, l’Escherichia coli e il Campylobacter.

Questi batteri possono avere conseguenza potenzialmente letali per il feto.

Per ridurre al minimo il rischi d’infezioni, è altamente consigliato alle donne incinta di consumare solo latte e formaggi pastorizzati.

Alcool

Cibi da evitare durante la gravidanza Alcool

Durante la gravidanza l’alcool è da evitare completamente. Le bevande alcoliche aumentano il rischio di aborto spontaneo e natimortalità. Anche un consumo ridotto di alcool durante la gravidanza può avere un impatto negativo sullo sviluppo cerebrale del bambino.

L’alcool se assunto durante il periodo di gestazione può causare la sindrome alcolica fetale. Questa sindrome comporta deformità facciali, difetti cardiaci e ritardo mentale.

Frutta e verdura non lavata

Cibi da evitare durante la gravidanza frutta e verdura non lavata

La superficie di frutta e verdura non lavata o non sbucciata può essere contaminata da numerosi batteri e parassiti. Questi includono: Toxoplasma, Escherichia coli, Salmonella e Listeria.

La contaminazione può avvenire in qualsiasi momento: durante la produzione, la raccolta, la lavorazione, lo stoccaggio o la vendita al dettaglio.

I batteri che possono essere presenti nella frutta e nella verdura non lavata, possono danneggiare sia la futura madre che il bambino. Un parassita molto pericoloso che può trovarsi sulla superfice di frutta e verdura è il Toxoplasma.

I bambini che sono stati infettati dal Toxoplasma mentre si trovano ancora nell’utero non mostra nessun tipo di sintomo alla nascita. Tuttavia, sintomi come la cecità o disabilità intellettive possono svilupparsi anche dopo anni.